Ceramiche tradizionali        

Pubblica i tuoi suggerimenti, le tue osservazioni sulle feste che più ti piacciono del Giappone

Setsubun
(節分)

Setsubun letteralmente significa divisione/cambio (bun) di stagione (setsu). Termine originariamente riferito all'individuazione del momento (giorno) di divisione tra le stagioni, così come anticamente identificate in Giappone (24 sekku sulla base della longitudine dell'eclittica solare [per chi vuole, aspetto meglio approfondito in seguito]).

(setsu): stagione
(bun): divisione

Oggi con tale termine ci si riferisce in particolare ai festeggiamenti di fine inverno ed inizio primavera.
Nel giorno del setsubun (il giorno prima dell'inizio della primavera [i primi giorni di febbraio], sempre secondo il calendario dell'eclittica solare) è usanza svolgere diversi rituali con lo scopo di allontanare la sfortuna ed il male in generale. Per esempio:
sulla porta d'ingresso e sulle finestre delle case vengono appese delle piantine di agrifoglio con delle teste di sardine conficcate nei rametti (mi sembra di aver capito che l'odore delle sardine dovrebbe non far avvicinare gli orchi, rappresentazione metaforica del male);
viene tirata della soia tostata un po' ovunque nella casa, cantando un ritornello scaccia orchi, "FUKU WA UCHI, ONI WA SOTO" (fortuna dentro, orchi fuori!).

福 (fuku: fortuna) は (ha) 内 (uchi: dentro) 鬼 (oni: orco) は (ha) 外(soto: fuori)

Per rendere più scenografico quest'ultimo rituale, soprattutto nelle case con dei bambini piccoli, è usanza che il capofamiglia si travesta da orco indossando una maschera, andando poi in giro per l'abitazione incutendo paura. I bambini, per difendersi e scacciare l'orco, iniziano quindi a tirargli addosso la soia tostata, pronunciando ripetutamente il ritornello scaccia orchi (fuku wa uchi, oni wa soto). Di solito il tutto viene svolto con la porta principale aperta, da dove l'orco dovrebbe poi scappare e non tornare più. Dalla stessa porta a quel punto entrerebbero gli Dei buoni e la fortuna. Chiusa la porta il rituale si conclude mangiando un numero di fagioli di soia tostati pari alla propria età.
Sempre nella stessa giornata è solito anche mangiare uno speciale rotolo di sushi (ehoumaki 恵方巻き), in silenzio e con lo sguardo rivolto nella direzione ritenuta fortunata per lo specifico anno (non conosco bene il significato di quest'ultima usanza, che alcuni giapponesi mi dicono essere comunque abbastanza recente).

fonte: daisuki.it (racconti diretti da
amici del Giappone)

Alcune delle immagini pubblicate a fianco sono state estratte dal libro di narrativa giapponese ママお話きかせて

Sono molto gradite vostre foto sui festeggiamenti e rituali Setsubun, magari delle immagini che avete immortalato durante un viaggio in Giappone. Sarebbe bello arricchire la presente pagina con nuove foto! L'indirizzo è info@daisuki.it



Alcune informazioni di dettaglio sul tradizionale modo giapponese di suddividere l'anno in originarie 24 stagioni.

La rappresentazione grafica di cui sopra deriva da una personale e libera elaborazione di un'immagine estratta dal sito web giapponese:
http://eco.mtk.nao.ac.jp/cgi-bin/koyomi/cande/phenom_sekki_en.cgi

I 24 sekki rappresentavano la tradizionale via giapponese di suddividere le stagioni sulla base della longitudine eclittica del sole.
L'Eclittica è il percorso apparente che compie il sole in un anno (ipotizzando immobile la terra) muovendosi di quasi un grado verso est ogni giorno (per un giro completo di 360° impiega quindi poco più di 365gg [nella realtà è il tempo di rivoluzione della terra attorno al sole]).
La longitudine dell'eclittica è pari a zero gradi durante l'equinozio di primavera. I raggi solari sono perpendicolari all'asse di rotazione terrestre; l'eclittica del sole interseca l'equatore (i due punti di intersezione tra eclittica ed equatore corrispondono ai due equinozi [durante tutti gli altri giorni l'eclittica del sole sta sopra o sotto l'equatore]).
Nel nostro specifico caso, quando la longitudine dell'eclittica è pari a 315 gradi ha inizio la stagione Risshun (la primavera) e, per festeggiare tale importante cambiamento, il giorno prima si celebra il setsubun (la divisione tra due stagioni).
Di seguito si riporta la tradizionale suddivisione dei 24 sekki estratta da un sito giapponese (http://eco.mtk.nao.ac.jp/koyomi/faq/24sekki.html.en).
Nel sito web da cui è stata estrata questa interessante tabella, si evidenzia come i 24 Sekki siano costituiti da 12 Setsu + 12 Chuu, in alternanza fra loro. Non ho però approfondito la differenza tra i Setsu e i Chuu!
longit.
sekki
stagione
significato
315°
Risshun
primavera
i giorni più freddi sono quasi finiti e cominciano a sentirsi i primi segni di primavera.
330°
Usui
primavera
diventa più caldo. Nevi e ghiacci iniziano a sciogliersi. Le precipitazioni nevose si trasformano in piovose.
345°
Keichitsu
primavera
gli insetti escono dal letargo.
Shunbun
primavera
il giorno diventa lungo quanto la notte.
15°
Seimei
primavera
ogni cosa sembra apparire fresca e pura.
30°
Kokuu
primavera
le pioggie primaverili preparano i campi per le piantaggioni di cereali.
45°
Rikka
estate
si iniziano a sentire i primi segni dell'estate.
60°
Shouman
estate
ogni cosa cresce.
75°
Boushu
estate
vengono piantati i cereali.
90°
Geshi
estate
il giorno diventa chiaramente più lungo della notte.
105°
Shousho
estate
la stagione delle pioggie finisce ed inizia il caldo.
120°
Taisho
estate
i giorni più caldi.
135°
Risshuu
autunno
si iniziano a sentire i primi segni dell'autunno.
150°
Shosho
autunno
si comincia a sentire meno caldo.
165°
Hakuro
autunno
la rugiada rimane sui prati.
180°
Shuubun
autunno
la lunghezza della notte diventa uguale al giorno.
195°
Kanro
autunno
fredda rugiada scende sull'erba.
210°
Soukou
autunno
iniziano i primi geli.
225°
Rittou
inverno
si iniziano a sentire i primi segni dell'inverno.
240°
Shousetsu
inverno
inizia il fresco. Le precipitazioni da piovose si trasformano in nevose.
255°
Taisetsu
inverno
inizia a cadere la neve.
270°
Touji
inverno
la durata del giorno è la più corta.
285°
Shoukan
inverno
inizia il gran freddo.
300°
Daikan
inverno
sono i giorni più freddi.
Siti, link dedicati:

Ogni categoria DAISUKI è in continuo aggiornamento grazie ai vostri contributi.
Se volete integrare/aggiungere informazioni, correggere quanto pubblicato, allegare immagini più rappresentative o interessanti, potete utilizzare l'apposito form (pubblica i tuoi suggerimenti, le tue osservazioni), o scrivete un'email all'indirizzo info@daisuki.it.

Copyright © 2011-2012 Daisuki.it - termini d'uso.